Cavalleria Rusticana

CAVALLERIA RUSTICANA
di PIETRO MASCAGNI
Vizzini, un piccolo paese siciliano alla fine dell’Ottocento. È il giorno di Pasqua: il giovane Turiddu, prima di partire per il servizio militare, giura il suo amore a Lola. Al suo ritorno, dopo un anno, scopre che la ragazza si è maritata con Alfio. Turiddu, ancora innamorato di Lola, decide di vendicarsi e, per superare l’affronto subito, inizia a corteggiare Santuzza, una giovane del paese, ma dopo averla sedotta inizia a trascurarla, passando il suo tempo nei dintorni della casa di Alfio, nella speranza di incontrare Lola. Santuzza, preoccupata per lo strano comportamento dell’amato si reca dalla madre di Turiddu, Lucia, per raccontarle tutto: i sentimenti per il figlio e il suo distacco. All’arrivo del giovane scoppia un’accesa lite, alla quale assiste casualmente anche Lola. Appena Turiddu si accorge della presenza della donna la insegue abbandonando Santuzza, che per vendicarsi decide di raccontare tutto ad Alfio, mentendo sull’infedeltà di Lola. Tra Alfio e Turiddu scoppia una lite e i due si sfidano a duello. Prima di recarsi alla sfida, Turiddu saluta la madre e le chiede di avere cura di Santuzza. L’esito del duello viene raccontato dalle grida di una donna del paese che urla: «hanno ammazzato compare Turiddu».

Cavalleria Rusticana è un’opera composta da un unico atto, musicata da Pietro Mascagni, su libretto di Giovanni Tagioni – Tozzeti e Guido Menasci, tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga.
Prima rappresentazione: 17 maggio 1890 al Teatro Costanzi di Roma.

Personaggi:
soprano Santuzza, giovane contadina
tenore Turiddu, giovanissimo contadino
contralto Lucia, madre di Turiddu
baritono Alfio, carrettiere
mezzosoprano Lola, moglie di Alfio

www.teatropersioflacco.it

organizzatore:
Corale Valdera

venerdì
06
aprile 2018

ore 21:30

Volterra (PI)
Teatro Persio Flacco

Poster rusticana
Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.